Perche dallo psicologo si parla di Emozioni?

***L’emozione nelle sedute psicologiche***

Nelle sedute psicologiche si parla soprattutto di emozioni. Si potrebbe dire che lo scopo principale di un percorso è l’acquisizione di consapevolezza rispetto alle emozioni. Alcune emozioni ce le portiamo appresso per anni e ci siamo così abituati al loro sapore che le si scopre soltanto durante le sedute. E’ complesso dire cosa sono e si può partire da qui https://it.wikipedia.org/wiki/Emozione.

***A cosa ci servono le emozioni***

E’ forse più utile per lo scopo pratico di migliorare la nostra vita e le nostre relazioni dirci a cosa servono. Le emozioni ci forniscono delle informazioni dirette ed immediate su noi stessi e la situazione che stiamo vivendo in questo momento, qui-e-ora. E’ molto semplice: se mi trovo in coda alla posta proprio in un giorno in cui ho molto da fare, sentirò rabbia, frustrazione o impotenza. In una giornata più sgombra di impegni forse avremmo fatto esperienza di emozioni diverse, meno intense. Magari avremmo potuto anche fermarci a fare due chiacchiere piacevoli con un conoscente: avremmo avuto un’esperienza emotiva molto diversa.

*** Le emozioni hanno luogo nel qui e ora***

Se pensiamo ad un evento triste del passato, saremo tristi per quell’evento adesso, mentre quell’evento torna alla memoria. Se incontriamo un vecchio amico le emozioni depositate lungo tutto il tempo della nostra conoscenza si consolidano in sentimenti, emozioni più “costanti” e stabili che si manifestano sempre nel qui-e-ora. In questo momento incontro una persona e ho un’emozione.

***Mutare emozioni***

I colloqui psicologici servono a modificare il modo in cui associamo a certe situazioni certe emozioni. Certe persone associano l’intimità con un senso di insicurezza e o pericolosità. Queste emozioni solitamente non scaturiscono dall’incontro attuale con un’altra persona; sono molto più probabilmente segni di un modo abituale di reagire a quella situazione. Con uno psicologo è possibile fare l’esperienza di associare nuove emozioni a nuove situazioni. Questo offre al paziente un nuovo senso di libertà e connessione con le altre persone.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *